PERCORSI E TAPPE


1^ tappa:
Casalecchio - Sasso Marconi
2^ tappa:
Sasso Marconi - Monzuno
3^ tappa A:
Monzuno - Monghidoro
3^ tappa B:
Monzuno - Loiano - Monghidoro
4^ tappa:
Monghidoro - Firenzuola
5^ tappa:
Firenzuola - S. Piero a Sieve
6^ tappa:
S. Piero a Sieve - Bivigliano
7^ tappa:
Bivigliano/Vaglia - Fiesole

Variante

S. Piero a Sieve - Prato

 


IL SEGNAVIA UFFICIALE


1^ tappa: Casalecchio - Sasso Marconi

Raggiunto il Parco Talon di Casalecchio, si segue sempre la riva sinistra (destra orografica) del fiume Reno, immersi in un ambiente ripicolo (golena) certamente originale e ben diverso dagli ambienti rurali ed appenninici che incontreremo durante le tappe successive.

Lunghezza: Km 13.5
Tempo di percorrenza medio: 2,40
Dislivello +: 34
Dislivello - : 10
Difficoltà:  nessuna
Accesso: Treno da Bologna e Firenze. Bus di linea da Bologna (ATC).
Ciclabilità MTB: medio-facile con possibili tratti di fango nelle stagioni umide.

n.b. Al Parco Talon di Casalecchio di Reno si può accedere a piedi, dalla vicina città di Bologna dopo aver raggiunto la basilica della Beata Vergine di San Luca ed esser scesi lungo l’antica Via dei Brègoli nella valle del Reno grazie al sentiero CAI 112 A (circa h 1.30 da Porta Saragozza), oppure, grazie ai mezzi pubblici (treno e Bus) che conducono al centro abitato sopraccitato.

Il Bologna – Firenze (segnavia bianco/rosso con scritta Bo-Fi e tabelle apposite) parte dal cancello del parco della Chiusa e percorre il viale principale costeggiato da alti e secolari alberi per superare i ruderi di Villa Talon e poi arrivare ad un vasto prato. In breve si raggiunge la staccionata dalla quale si può ammirare la chiusa del fiume Reno. Costeggiando il corso d’acqua si raggiunge presto una passerella pedonale in metallo che permetterebbe di passare sulla sponda opposta. La si supera per costeggiare l’argine e per raggiungere presto una grande spianata sulla golena fluviale. Camminando sempre nell’ombra della vegetazione riparia, il percorso  talvolta si avvicina e talvolta si allontana dal corso del Reno. Nelle stagioni autunnale, invernale e primaverile, lungo il percorso si possono trovare lunghi tratti fangosi un po’ fastidiosi. Durante l’estate però ci si può fermare anche a fare il bagno sotto una delle pescaie frequentate spesso da un discreto numero di bagnanti. Presto si esce dal bosco per continuare lungo una strada sterrata che, dopo aver superato il Rio Rii, arriva in vista di una grande villa/fattoria dotata di un piccolo laghetto. Superata una grossa frana dovuta all’erosione delle acque fluviali, in breve si raggiunge l’asfalto che prosegue verso Sud (Via Vizzano) e poi in Via Ganzole. Percorsi circa 2 chilometri si perviene all’incrocio con la provinciale Sp 37 che seguiamo verso Dx in direzione di Sasso Marconi. Ancora poco più di un Chilometro e perveniamo al ponte sul fiume Reno che ci permette di raggiungere in breve il capoluogo, intitolato al famosissimo inventore Guglielmo Marconi, che si trova sulla sponda opposta: Alberghi, ristoranti, alimentari e tanti altri servizi si offrono al trekker: La stazione ferroviaria, situata lungo l’antica ferrovia Porrettana conduce sia a Bologna che a Pistoia. Sono presenti anche fermate di autobus di linea.


Sasso Marconi

 



IL TUO SPAZIO
PUBBLICITARIO





IL TUO SPAZIO
PUBBLICITARIO






IL TUO SPAZIO
PUBBLICITARIO





info@dabolognaafirenze.it

- Privacy Policy


Home Page